Torri & Motori 2014

Cala quindi il sipario sulla parte “stradale” del Campionato Torri & Motori con la vittoria di misura di Aiolfi, su Zanasi, mai impensieriti da un Dalleolle più che appagato dal terzo posto, e a questi tre va il merito di avere onorato la Serie fino in fondo presentandosi ai nastri di partenza di tutte e sei le gare, cosi come hanno fatto Falcone, quarto e Gualtieri, quinto.
Alle loro spalle Rimondi, Arzoni (altro regolare protagonista in tutti e sei i “film”), Gibertini, Barcella e Biondi (in grande progressione di risultati, presente a sua volta come driver per tutto il Campionato, e come navigatore di Gualtieri nell’ultimo atto).

In conclusione, dato che gli Organizzatori del Torri & Motori hanno istituito quest’anno anche i Campionati di Merito per ogni livello prestazionale di Drivers, di fatto cinque Campionati nel Campionato, giusta menzione ancora per Maurizio Aiolfi che ovviamente vince il Primo Livello, per Massimo Dalleolle che vince il Secondo livello con  terzo Gualtieri, quinto Biondiper Paolo Cadoni che vince il Terzo livello e Bini sul gradino piu’ basso, per Roberto Rondinelli che vince il Quarto livello ed infine per Paolo Concari che vince il Quinto livello.

Per i Clubs, il Podio è occupato sul primo gradino da Scuderia Modena Historica, che quest’anno proprio non poteva fare di più, seguita dal Franciacorta Motori (piazzamento di bel rilievo, se si pensa che è stato portato praticamente dal solo Aiolfi), mentre i simpatici (e anche loro sempre presenti) alfieri della Ruoteclassiche Crono Prato ne occupano meritatamente il terzo gradino.

CLASSIFICA GENERALE PILOTI

CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 1

CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 2

CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 3

CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 4

CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 5

CLASSIFICA SCUDERIE

“Un bravo a tutti i Cronici che sono saliti sul podio del Torri e Motori augurando a tutti un prossimo anno pieno di altri obiettivi e soddisfazioni e se non tutto arrivera’ sicuramente una cosa non ci potra’ mancare, l’amicizia e l’allegria che ovunque portiamo.

“UN GRUPPO DI PERSONE CHE CONDIVIDE UN OBIETTIVO COMUNE PUO’ RAGGIUNGERE L’IMPOSSIBILE.”

(Anonimo)

E aggiungo che la vittoria del singolo sta’ nella forza e incoraggiamento del gruppo”

 

Cadoni – Moretti           Bini – Russo

Dalleolle – Traversi      Falcone – Baldoni       Morosi -

 

2° Historic Crespina Lorenzana e Fauglia Cup

La Scuderia Don Chisciotte ormai ha acquisito un ottimo livello di organizzazione delle manifestazioni di Regolarità Turistica e le ultime gare a cui ho partecipato non hanno fatto altro che confermare questo dato di fatto !
Tutti gli elementi che caratterizzano la gara (dalla scelta del percorso, dei cronometristi e dei commissari di gara messi in campo a presidiare le zone di prova fino alla scelta, perché no, del ristoro) sono stati messi a punto e collaudati ed ormai non rappresentano più un incognita per i partecipanti.
Il tracciato di gara, complice anche la limpida giornata autunnale, era a dir poco meraviglioso.
Le colline di Orciano, in questo periodo completamente arate, hanno offerto uno spettacolo impareggiabile ed anche il passaggio per i borghi di Crespina, Lari, Lorenzana e Tripalle è stato per me, che non li avevo mai visitati, una gradita sorpresa.
Le prove, tutte in linea, erano caratterizzate, vista la larghezza esigua delle strade percorse, dal fatto di avere tubi molto stretti che rendevano difficoltoso, complice anche il cartello rosso un po’ troppo “nel mezzo”, il passaggio a chiunque avesse un’auto più larga di un A112 o di una Fulvia Coupé.
Congratulazione a Marco Donati ed a Roberto Ricci, primo e secondo, che hanno fatto delle medie stratosferiche.
Gli outsider se la sono giocata sulla media del 6, e tra questi ha prevalso meritatamente Franco Lotano che si è aggiudicato il terzo gradino del podio con un bel 5,4 di media finale.
Per me e Chiara un quarto posto che ci soddisfa appieno, vista la fila di errori che ho fatto e le condizioni di passaggio che letteralmente “non mi

Patrizio e la figlia Chiara Crono Prato

Patrizio e la figlia Chiara Crono Prato

facevano vedere un tubo” !

Esposizione delle classifiche rapida (Valerio è sempre una garanzia), con merendina di intrattenimento, e premiazione finale con trofei e graditi omaggi da parte del caseificio Busti, hanno allietato il finale di una manifestazione direi assolutamente soddisfacente e da ripetere.
Ci vediamo alla Coppa del Tirreno Patrizio

Colli di Bologna 19/7/14

Quattro A112 ai primi 4 posti…

Barcella – Zanasi – Bellometti e Aiolfi.

CLASSIFICA GENERALE

L’edizione 2014 ha visto il rientro di Armando dopo l’operazione in una forma che superava molti dei partecipanti in gara…

grande Super Uomo!

Sembra aver trovato la giusta formula con questa edizione Alvisi, creando un mix molto appetitoso di passaggi con cambi di ritmo che hanno movimentato la classifica.

La partenza dalla mecca del gelato cosa piu’ azzeccata per una giornata dove il caldo e la mancanza di ombra era protagonista.

Pit stop calibrato ( eviterei salame, prosciutto e sottaceti..aggiungendo frutta a volontà visto le temperature)  e cena finale nella stupenda location che difficilmente abbiamo abbandonato a fine cena.

Come detto i passaggi gran parte organizzati in zona chiuse al traffico ma ben spalmate lungo strade o grandi piazzali con ripartenze e in alcuni casi concatenati tra loro.  Qualche buca non segnalata, in modo particolare in un tratto tra due pressostati.. ha visto la piastra para coppa gran protagonista, con la conseguenza di  buttare all’aria la concentrazione delle prove successive.

Come accennato il prossimo anno consiglio partenza alle 11 max ( evitando il caldo di luglio ) merenda spostata al pranzo e cena nel meraviglioso palazzo di Varignana  www.palazzodivarignana.it/  lasciando il tempo ai concorrenti di rilassarsi in attesa delle classifiche e per chi rimane a cena magari un bagnetto nelle piscine.

Il Crono Prato chiude con Biondi al 13° posto – 27° Bini – 30° Cadoni – 34° Gualtieri

Coppa di scuderia all’esercito Historico.

crono style

Secondi di scuderia Crono Prato

CLASSIFICHE SCUDERIE

Mille miglia 2014

 

 

MILLE MIGLIA 2014
Annotazione personale: mi vergogno profondamente per i rischi assurdi che mi sono preso per rispettare i demenziali controlli orari stabiliti dagli organizzatori.
Mi vergogno pensando a mio figlio e a mia moglie e a quello che avrebbero pensato (e non solo loro) se mi fosse capitato qualcosa di grave.
Ma trasformare una gara di regolarità’ in una corsa di velocità pura IN MEZZO AL TRAFFICO, mi pone il dubbio se sono stato più asino io o quel soggetto che ha fissato i C.O.
Anche per questo motivo confermo che non parteciperò più a questa gara sino a quando non verranno fissate regole certe e salvaguardata la sicurezza dei piloti!

 

Crono news

logo crono

 

 

 

 


Domenica 6 aprile,il Crono si e’ messo in moto e di comune accordo ha deciso di dedicare questa mattinata libera dalle gare ad insegnare e divulgare la nostra passione,il nostro sport a dei nuovi equipaggi.
Erano presenti sul piazzale Montezemolo.. Daniele e Virginia su Alfa gt1300 i giovanissimi,ma con tanta voglia di imparare e gareggiare,diciamo un iniezione di fiducia e di grinta anche per noi (anziani).

Giovanni su 1100 special,che con la sua calma e flemma,e’riuscito a conquistare il nostro dentista Giovanni Gualtieri,(per non confondersi) dopo un po’ di passaggi il dentista ha dichiarato “ci siamo passa veramente bene”

Michele e Andrea su Alfa Romeo gtv 2500 6c,buon equipaggio formato da un pilota ex rally e un amico che dopo un ora di lezione da parte dei nostri navigatori,ha preso in mano la situazione inanellando passaggi,e dimostrando che le dritte date dai naviga targati Crono sono state preziose.
crono style
Lorenzo e Massimo su A112ABARTH (notare il maiuscolo,emm forse sono un po’ di parte) hanno girato in maniera splendida, mettendo tutta la passione e la voglia di imparare.
Be’ bisogna dire che con una macchina così viene facile imparare.

Con queste poche righe voglio ringraziare tutti i nuovi equipaggi che sono intervenuti e che ci hanno dato fiducia,gli aspetto presto su i campi di gara…

Per chiudere voglio dare un grande abbraccio a tutti gli istruttori del CRONO intervenuti, che hanno sacrificato qualche ora di sonno in più per permettere a delle “vecchiette” a quattro ruote di poter ancora girare sulle nostre strade,e dare la possibilità ad un nuovo pilota e navigatore di essere un REGOLARISTA..

Ciao a tutti
Paolo Cadoni

4° Trofeo strade Scaligere

Classifica generale auto Storiche

Classifica Generale auto Moderne

Le strade scaligere parlano bresciano: Gigi Fortin su A112 ha dominato la gara veronese rimanendo al comando praticamente per tutte e 66 le prove previste dagli organizzatori.
Il bresciano ha chiuso la sua gara alla media di 2,09 (con lo scarto della prova peggiore) mentre alla sue spalle, in una gara che per le posizoni che contano si è trasformata in un monomarca A112, si è classificato Guido Barcella (2,35) davanti a Maurizio Aiolfi, autore di un ottimo 2,80 conclusivo.
Fuori dal podio hanno chiuso Lorenzo Turelli su Mini Cooper (3,05 la media finale) e Gianmario Fontanella su Simca Rally a 3,18. Sesto ha finito invece Belometti davanti a Sisti, Clerici e Mozzi.  fonte

NICCOLI PATRIZIO – ARCANGIOLI GIULIANO

Con 6.25 di media portato i colori del CRONO PRATO al loro debutto un

FANTASTICO PRIMO POSTO NELLE MODERNE

IMG_0830

Sicuramente una iniezione di nuovi stimoli con un navigatore esperto come Giuliano ha dato a Patrizio la voglia di fare bene fin dalla prima prova.  Complimenti !

“Devo dare atto a Giovanni e ad Alessio che la gara valeva tutti i kilometri e le ore di guida che mi sono dovuto sorbire per partecipare “tutto in un giorno” a questa affascinante manifestazione.
L’HCC Verona ha organizzato una bellissima Gara di Regolarità Classica per Auto Storiche e Moderne.
Il 4° Trofeo Strade Scaligere – Memorial Bruno Zorzi ha visto al via 49 auto, di cui 44 iscritte alla gare delle Storiche e 5 a quella delle Moderne.
Partenza da Piazza Bra con l’Arena a fare da sfondo al parco macchine e benedizione degli equipaggi prima dello start hanno fatto da prologo alla gara.
Macchine meravigliose, tranne le infestanti A112 , ed equipaggi di livello stratosferico (nell’elenco iscritti non erano indicato il ranking, ma ci saranno stati almeno 25 top drivers).
La gara, 230 km circa, si è svolta nella splendida cornice delle colline veronesi e della valle dell’Adige ed era articolata su 66 PC, 3 CO e 2 controlli a timbro, per una durata di 7 ore e mezza.
Tutto organizzato nei minimi dettagli, con polizia municipale dei vari comuni attraversati e pubblica assistenza a dar manforte agli incroci pericolosi ed ai controlli: un dispiegamento di persone ed una disponibilità degli enti locali fino ad oggi mai vista.
Le prove, tutte in linea, si sono svolte in buona parte in zone artigianali, tranne quelle posizionate sulla discesa delle Torricelle, in pieno centro a Verona.
Queste erano a grappoli di 6 / 9 con ingresso libero e distanze variabili tra 100 metri e 19 km (un paio di zone erano concatenate tra loro).
Era la prima volta che facevo una gara così lunga, ed il numero di prove, unito ai km percorsi alla lunga si sono fatti un po’ sentire, favorendo la deconcentrazione: per fortuna c’era Giuliano
La gara si è conclusa in Piazza Bra (ore 19 circa), dopo aver percorso tutti i Lungoadige che ci hanno offerto la vista più bella di una Verona animata e piena di vita.
All’arrivo lo speaker presentava i concorrenti ad un folto pubblico che affollava la piazza, meraviglioso.
Il merito più grande dell’organizzatore è stato, a mio avviso, oltre al valore sportivo che è riuscito a dare alla gara, quello di portare la manifestazione tra la gente, tra i turisti giapponesi che alla partenza fotografavano le auto (hanno fotografato anche la mia, che non l’avranno mai vista una BMW in Giappone ? ), tra le persone che la sera prendevano l’aperitivo nella zona più modaiola di Verona, insomma tra la gente.
Il tempo di rimettere gli strumenti e presentarci nel salone di Palazzo Barbieri, che all’ingresso tutti i tempi delle prove erano già esposti.
Per ingannare l’attesa dell’uscita delle classifiche e dei tempi tecnici previsti per la presentazione dei reclami, ci è stato offerto un buffet tipo finger food di livello decisamente alto, in una cornice direi quantomeno “esclusiva”.
Chi ha vinto ed i tempi e le medie fatte dai vari extraterrestri presenti (Fortin 2 e pochissimi spiccioli di media) li potete trovare sul sito web della Cronocarservice..
Detto ciò come non potrei essere contento del risultato?
Sarei stato contento solo per il fatto di esserci stato
Un grazie a Giuliano, che anche se è solo la seconda volta che mi naviga, mi consente sempre di fare bella figura (Y)
Da sottolineare l’encomiabile disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Verona, che oltre a dispiegare uomini e mezzi ha messo a disposizione della Direzione Gara l’intero Palazzo Barbieri (sede del Comune di Verona) con tanto di premiazione svoltasi all’interno della prestigiosa sala degli arazzi: bravo sindaco !” Patrizio N.

Un giorno da Campione: 16/03/2014

Programma:
ore 08.30 ritrovo dei partecipanti presso la sede Ruote Classiche Prato,iscrizioni e partenza giro,che si svolgerà nel comune di Montale.
ore 10.30 arrivo al piazzale via vittime delle Foibe Montale dove si svolgeranno delle prove dimostrative di regolarità. P.zzale Vittime delle foibe Montale PT
ore 12.30 trasferimento presso il piazzale del  circolo arci Fognano,dove le auto e le moto daranno vita ad una mostra statica aperta al pubblico. 
ore 13.30  presso il ristorante del circolo pranzo e saluti.
Quota di iscrizione euro 30 pranzo compreso  
Iscrizioni : per le Auto telefono 335391661  Paolo Cadoni .
                  per le Moto telefono 3471166451 Mattei Marco.
oppure inviando un commento in questo post fornendo  nome, cognome numero delle persone a pranzo e il mezzo con cui vuole partecipare.
al raggiungimento di 50 persone verranno chiuse le iscrizioni.