2° Historic Montenero Cup

Manifestazione di Regolarità Turistica Amatoriale per Auto e Moto storiche

Validità campionati: Coppa A112 – Cart/s

24 Luglio 2010

Vince Ricci con 4,2 media errore – 2° Pagni con 5,3 – 3° Carpita con 7,4

14° Cadoni con 16,2 – 18° Bini con 29,8

Gara in piena stagione estiva quella che si è disputata sulle colline di Livorno, il clima generoso ha reso meno impegnativa la gara.

Competizione con la formula collaudata della scuderia Donchisciotte che affida ai tubi luminescenti del Gruppo Ligure i 4 passaggi da ripetere piu’ volte. I pochi passaggi hanno reso difficoltoso il poter rimediare da qualche errore i partecipanti.  Partenza al Santuario di Montenero con la benedizione dei presenti e delle vetture e arrivo a Montenero Basso con particolare sforzo da parte dell’organizzazione per l’allestimento delle premiazioni ma  l’infelice posizione tra le case, complice l’ora tarda, ha costretto tutti a un silenzio forzato.

 

Scoop Carabinieri controllano macchina della Polizia!

La cena servita alle 19 “senza organizzazione”  ha fatto a rimanere a digiuno diversi equipaggi che partivano nelle prime posizioni.. Posizionamento dei tubi in posizione molto infelice in alcuni casi pericolosi per la coda delle auto in sosta in attesa del loro passaggio raggiungevano curve a gomito… ha macchiato una bella gara piena di pubblico ( la curva nuvolari aveva un bel colpo d’occhio). Inoltre l’attraversamento di alcuni paesi con sagra in pieno svolgimento non è  stato il massimo per la gestione della sicurezza, anche se come sappiamo che il tutto si svolge rispettandoil codice della strada.

Per quanto riguarda il Gruppo Crono positiva la gara di Bini – Russo che vede ancora di più limare la loro media errore.

Fuori concentrazione invece per l’altro equipaggio che con alcuni errori ha visto sfumare un buon risultato. Complimenti a Roberto che chiude con una buona media con la  seconda vittoria consecutiva la manifestazione.

Scarica classifica assoluta Scarica cronologici

VINCE LA SCUDERIA KINZICA

9 pensieri su “2° Historic Montenero Cup

  1. Ciao a tutti ,
    Roberto sa’ benissimo che io e tutti quelli della Don Chisciotte, siamo i primi ad accettare le critiche che ci spronano a miglioraci sempre e teniamo in particolare considerazione il parere di tutti indistintamente.
    Per quanto riguarda i motivi di questa scelta, forzata e voluta (tengo aprecisare ), dettata soprattutto da particolari condizioni di visibilita’ che dobbiamo dare qui a Livorno ( Roberto forse se lo può immaginare ) per noi era quasi una scommessa ! E fortunatamente vinta ! Per le prossime gare, certe scelte saranno attentamente valutate e vagliate dietro ai vostri consigli !

    "Mi piace"

    • Be.. senza dubbio per la visibilità avete sempre un passo in piu’ anzi non avete concorrenza.. la curva nuvolari era da brividi… per la gente assiepata.. Io propongo quel tratto chiuso al traffico e una prova al suo interno magari con una media degna del tratto di strada da percorrere 😉 ( ok mi sono gasato troppo ) impossibile chiudere quel tratto di strada?
      Mi ero dimenticato che la partenza è perfetta e il ristorante riorganizzato è perfetto .. arrivo un pò meno visto il coprifuoco forzato.

      "Mi piace"

  2. Ciao Stefano,
    Complimenti a tutto lo staff per gli sforzi che avete profuso al fine di poter offrire una manifestazione divertente e godibile.
    Secondo me, complessivamente ci siete riusciti.
    I commenti e le osservazioni sono cose riscontrate sul campo, esperienze da tener presente per migliorare le future edizioni, ma nulla di critico nel senso non costruttivo. Ci mancherebbe.
    Nelle manifestazioni a strada aperta i problemi dei cosiddetti “disturbi” ci sarà sempre. Ci si adopera per limitarlo, con i commissari e le postazioni birillate, ma la possibilità di “interferenze esterne” ci sarà sempre.
    A parte la condizione in cui viene impossibilitato il passaggio (macchina che ti si inserisce davanti mentre stai per approcciare il rilevamento e ti impedisce fisicamente di salirci sopra) le altre sono condizioni di “disturbo psicologico”. Sta anche nella bravura e nella freddezza dell’equipaggio il poterli neutralizzare.
    La collocazione dello start a 50 metri da un tornante invece può essere fonte di problemi. Le medie imposte nei regolamenti CSI e ACSI ,e per essere in regola con l’art. 9 del CdS, prevedono di stare sotto i 40km/h. E’ chiaro che dopo un trasferimento di vari chilometri si arrivi con molto anticipo, facendo creare una lunga coda.
    A Dicembre non creò situazioni di disagio perchè in pieno inverno al Castellaccio ci sono solo i lupi, ma in una fresca sera di luglio, vicino al mare e con un locale aperto a 300 metri di distanza ha innescato momenti di difficoltà, complice anche il carattere per nulla tollerante, irascibile e anche un pò maleducato del “livornese medio” alla guida della propria auto(e lo scrive un livornese).
    Il paragone con i rally non è secondo me applicabile: se fosse stato lo start di una PS la strada sarebbe stata chiusa, in quel punto si sarebbero posizionati carro attrezzi e ambulanza e 500 metri prima i carabinieri a chidere e deviare il traffico.
    Complimenti ancora, e visti i problemi di abbondanza, considerami già iscritto d’ufficio per la prossima! 🙂

    "Mi piace"

  3. Ovviamente non ho dimenticato i nostri del “Crono” che come al solito si sono fatti onore, ma quello che più conta stanno migliorando e se il “buongiorno si vede dal mattino”…… Grazie 🙂

    "Mi piace"

  4. Salve a tutti , in qualità di organizzatore sono a complimentarmi con tutti i partecipanti per le ottime prestazioni che hanno spauto tirar fuori anche i presenza di difficoltà derivate dal traffico e dal passaggio in centri abitati come al Gabbro per la concomitante sagra locale. Da parte nostra , non per scaricarci dalle responsabilità, sono a dirVi che sapevamo già delle difficoltà di gestione sul percorso e all’arrivo ma abbiamo “dovuto e voluto” organizzare la manifestazione in questo modo , pur riconoscendo i rischi a cui saremmo andati incontro ed al termine abbiamo tirato un sospiro di sollievo per come è andato il tutto. Non sono ora a spiegare i motivi di tale nostra scelta ma in futuro potremmo anche dare le spiegazioni del caso. Per quanto riguarda il ristorante ci spiace veramente se alcuni concorrenti sono rimasti senza la cena , ma ci affidiamo sempre a delle strutture esterne che a priori ci garantiscono il servizio come da noi richiesto e dopo invece hanno dei problemi di gestione.
    Per la posizione dei controlli in salita , nella fattispecie quello della prova del Castellaccio è la stessa della Ronde del Dicembre 2009 , a quel tempo il problema non era stato sollevato e pertanto per noi andava bene in quella posizione ! Cercheremo in futuro di migliorarci ( anche nei Rally ci sono partenze in salita) trovando soluzioni ottimali per tutti. Posso già anticipare che per la prossima Ronde in programma per il 4 Dicembre questo problema , almeno in parte sarà risolto. Grazie dell’attenzione e rinnovo i complimeti a Roberto per l’ottima prestazione !
    Stefano Corti

    "Mi piace"

    • Salve, stefano ti ringrazio per il tuo intervento in questo spazio, spero sia l’inizio di una lunga serie.
      Non conosco le motivazioni delle scelte “forzate” ma credo che per la sicurezza dobbiate rivedere alcune cose.. tipo evitare che il serventone di auto arrivi in zone pericolose ( vedi la curva a gomito al castellaccio ) e di posizionare piu’ persone in zona tala da segnalare con largo anticipo l’ostalo nella carreggiata in entrambi le posizioni, oppure spiegare a Gabbro della gara in corso in modo da goderne a pieno dell’evento senza tirare imprecazioni o altro. Questo lo dico perchè alla recente Collina in pieno giorno fermi in attesa del ns. passaggio uno scooter è entrato dentro il 112 facendo grossi danni e da allora quando siamo in coda io scendo dall’auto. Per il resto come ho detto sono vs. scelte e fino a quando il numero di pertecipanti “regolaristi” vi darà ragione avanti cosi’, ma apprezzo la voglia di accettare consigli e considerazioni. Non nascondo che diversi si sono lamentati durante la gara ..ma questo accade ovunque.
      A dicembre saluti.

      "Mi piace"

  5. Rileggendo bene le classifiche, mi sono sfuggiti gli ottimi “fratelli Balloni” (18 di media) e la grande prestazione di Nesti (15 di media!) con i cronometri manuali.
    Non male nemmeno il mio “ex” naviga, Stefano Balestri che non si allena MAI (lo so per certo, lo strumento l’ho io) e andando direttamente da una gara all’altra riesce sempre a stare intorno ai 10 di media (ieri 12,4).

    "Mi piace"

  6. Grazie Ale per i complimenti.
    In effetti sono contento.
    La media del quattro “basso” è molto buona considerando che i dodici passaggi erano viziati anche dagli errori delle ben SEI aperture……e per me che sdoppio da solo (e non ne sono capace) è un bell’handicap.
    Infatti anche stavolta non ho sdoppiato benissimo, ma fortunatamente sono passato molto bene (presumo con una media del due) e ho un pò rimediato.
    Concordo con le tue considerazioni sulla gara, potenzialmente perfetta ma con qualche pecca che non le fa prendere il punteggio pieno.
    Sul ristorante gli organizzatori hanno poche responsabilità, magari si aspettavano un servizio che poi non è stato all’altezza.
    Sul posizionamento dei tubi si poteva fare qualche cosa in più. Per la formula stessa della gara (con CO al minuto prima di ogni prova) è inevitabile, date le medie da podisti più che da automobilisti, che si arrivi con largo anticipo.
    Se si vuole mantenere questo schema (penso voluto unicamente perchè da l’illusione dello start di un rally), pisognerebbe prevedere lo start su dei lunghi (e larghi) rettifilli, per consentire l’accostamento a destra dell’inevitabile “serpentone” di auto (al Castellaccio c’era un tornante di mezzo e la situazione non era piacevole).
    In questa gara ho visto molto bene Scarcella, che senza il 300 per il mancato funzionamento del pulsante sarebbe stato sul podio, poi la Valentina D’Alonzo che è passata da una media di 70 ad una di 24 con il manuale, il vostro Bini che senza due passaggi un pò alti (un 70 e un 54 mi pare) avrebbe avuto una media veramente interessante, comunque mostra di gara in gara segno di miglioramento costante.
    Ora un pò di vacanza 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...