4° Circuito di S. Barbara

San Miniato (Pisa) – località La Serra

validità CART/S classic e special

Ancora Ricci  sul gradino piu’ alto, secondo Catarsi, terzo Pierattini.

Gara “rinnovata” nel programma e nel giro ha reso meno “noiosa” la manifestazione che si presentava con pochi iscritti. I tubi luminescenti, i passaggi molto tirati  non in linea e complice la notte hanno fatto alzare la media errore dei partecipanti.  Un plauso all’organizzazione che ha portato al termine questa gara di inizio settembre pur avendo come detto pochi iscritti…

Una nota per il debuttante equipaggio Stanzione Rafanelli che con passione e impegno invidiabile ha portato al traguardo la sua rossa alfetta.

Buono per il resto del Crono, peccato per un calo di attenzione del il Mago dell’ agraria 🙂  che si è visto strappare il secondo posto di categoria.

Scarica classifiche

 

8 pensieri su “4° Circuito di S. Barbara

  1. Il mio post non voleva certo essere un atto contrario al CSI ed alle sue regole alle quali mi sono sempre allineato senza problemi ( anche se con qualche malumore ).

    Era solo una riflessione sul motivo per cui nel 2010 mi sembra ci siano stati finora meno partecipanti alle varie gare Toscane rispetto al 2009.

    Giancarlo ha fatto bene a replicare e la cosa che piu’ mi dispiace e’ che l’impegno che mette nell’organizzazione delle gare a volte non venga corrisposto in termini di partecipanti. Questa cosa mi fa venire dei dubbi sull’idea di organizzare in futuro qualcosa nei pressi di Siena.

    Roberto dice che ci sono troppe gare, per me se ne potrebbe fare una anche a settimana tanta e’ la voglia di gareggiare ! Evidentemente sono controcorrente ed ho iniziato le partecipazioni in un periodo di decadimento della specialita’.
    Lo vedo anche nel mio club SCAME a Siena, praticamente sono l’unico che spinge a fare il campionato sociale dove a malapena arriviamo a 15 partenti per gara, quando negli anni passati i partecipanti erano decine . Le gare le facciamo al risparmio, con i miei pressostati e cronometri, senza costi di iscrizione e tanto non basta, molta gente viene solo perche’ poi c’e’ la cena .

    Per questo ho affermato che con meno regole la gente forse sarebbe piu’ invogliata a gareggiare, evidentemente non e’ questo il motivo.

    Marco Donati

    "Mi piace"

  2. Data la partecipazione, è doverosa anche la recensione 🙂
    Ho trovato il percorso migliorato rispetto all’anno scorso.
    A me è piaciuto anche di notte, ma a me piace guidare e mi interessa solo la gara, quindi se mi dai un nastro di asfalto con le curve, salite e discese, sono contento.
    Mia moglie invece, alla quale della gara importa molto poco, ha osservato:” peccato sia di notte, non si vede il panorama”.
    I punti di vista, ci saranno sempre.
    Le prove erano difficili, veloci e con gomiti a 90° nel mezzo, che non consentivano l’approccio tradizionale ma solo passaggi “istintivi” con poco tempo per mirare e poco spazio per allinearsi.
    Non ho trovato errori nei rilevamenti, e quindi anche i cronometristi hanno lavorato bene.
    Ricordiamoci che sono volontari e si cimentano in questo ruolo solo un paio di volte l’anno.
    Il loro utilizzo consente una bassa quota di iscrizione, di cui tutti siamo stati contenti.
    Se l’esattezza dei rilevamenti non ne risente, credo sia tollerabile anche aspettare un pò.
    Sulla questione iscritti potremmo discutere a lungo, anche senza trovare motivazioni certe.
    Non credo sia una questione di tassa di iscrizione, ne di tipologia.
    Forse l’unico male, sembrerà strano, è che le manifestazioni sono troppe. La gente non ha fame.
    La soppressione fisica del cantante mi trova pienamente concorde.

    "Mi piace"

  3. diciamo che eravamo pochi…ma buoni :),ci siamo divertiti,le medie un po alte stanno a significare che le prove non erano cosi semplici,debbo dire la verita mi sono divertito di piu’ rispetto all’anno scorso,se debbo fare un appunto negativo,riguarda il ritardo dell’esposizione delle classifiche visto il numero ridotto dei concorrenti,ok colpa di una stampante,ma eravamo arrivati all’autogestione,(debbo anche dire che abbiamo ricevuto piu’ di una volta le scuse dell’organizzazione).:)

    Ma per il prossimo anno proporrei se il Csi ne ha il potere di abbolire il cantante della manifestazione, e’ dura aspettare le classifiche,ma vi assicuro che con la colonna sonora dello “Chansonnier “della festa e’ stata estenuante.Altro che xfactor,quello e’ un cantante da X e basta….

    Per quello che riguarda le varie regole,,,ci sono e vanno rispettate e magari quando vengono messe in discussione,penso si debba avere anche qualche idea da proporre che possa migliorare le gare di tutti e non solo la propria gara.

    "Mi piace"

  4. Cari Amici,

    nonostante la mia consuetudine a non replicare pubblicamente, ritengo che l’intervento di Marco Donati mi imponga di fare chiarezza.
    Per il Circuito di Santa Barbara “il bassissimo numero di concorrenti, credo il minimo storico degli ultimi tempi” è in realtà esattamente lo stesso del 2009. A chi pensa che il motivo “è che “la gente si e’ stufata delle troppe regole, delle prove nei piazzali e dei troppi vincoli” posso ricordare che se ci è stata mossa un’accusa, è stata proprio quella di non mettere abbastanza regole e dare per scontate certe cose in nome dell’amatorialità delle manifestazioni.
    Se “A Casciana Terme, malgrado il costo quasi doppio di iscrizione ci sono gia’ 38 iscritti e mancano diversi giorni alla chiusura delle iscrizioni” è anche grazie al positivo contributo delle auto moderne (10 iscritti), che gli enti di promozione sportiva come il CSI non possono accettare nel rispetto del Codice della Strada, e alla notevole promozione che gli organizzatori (merito loro) riescono a fare sul web (forum e altro).
    La frase che mi colpisce di più è comunque la seguente: “non poter portare mio figlio come navigatore alle gare CSI perché non ha 14 anni mi sembra esagerato anche se lo dice il regolamento”. Tralascio ogni ulteriore considerazione sulle esigenze di sicurezza connesse alla partecipazione dei minori agli sport motoristici, ancorché amatoriali, e rimando al regolamento CSAI alla N.S. 23, che cito all’art.3.1 – Concorrenti, Conduttori e Navigatori: (…) il navigatore (…) deve essere titolare di licenza di concorrente/conduttore o di licenza Regolarità conduttori o licenza di Regolarità navigatori e non può essere di età inferiore a 14 anni (…).
    Questa disposizione, quindi, è stata solo recepita – e non inventata – dal CSI, con l’obiettivo di uniformare le regole tra i vari enti organizzatori.
    Circa il “dover fare per forza le verifiche il sabato quando la gara e’ la domenica”, va detto che questa regola vale solo per “Le Principesse del Lago” manifestazione alla quale l’organizzazione lavora tutto l’anno per offrire dei contenuti adeguati alle aspettative dei concorrenti per un prezzo di 20 (VENTI) euro ad equipaggio. E che ciò avviene solo perché si raggiunge il numero chiuso degli iscritti, mentre altre manifestazioni, assai più costose, lo fanno senza suscitare clamori.
    E se si pensa che “un po’ di elasticità migliorerebbe la situazione”, non bisogna dimenticare che – ad esempio – l’autocertificazione delle verifiche, poi adottata da tutti gli enti, l’ha introdotta il CSI…

    Il Responsabile della Commissione Motorismo del Centro Sportivo Italiano
    Giancarlo Catarsi

    "Mi piace"

    • Ringrazio per i commenti e mi auguro che questo possa essere uno spazio aperto e libero dove tutti posso esprimere i loro pareri.

      "Mi piace"

    • mi dispiace di non aver potuto partecipare ma mi e’ stato impossibile farlo comunque volevo esprimere a giancarlo la mia profonda stima per quello che si impegna a fare e spero che continuera’ a fare con grande dedizione professionalita e passione

      grazie giancarlo

      "Mi piace"

  5. Al contrario di quanto avevo affermato nel precedente post, non potro’ partecipare a causa di impegni lavorativi.
    Lo stesso fu lo scorso anno, questo benedetto circuito di Santa Barbara non riesco proprio a farlo.
    Quello che da da pensare e’ il bassissimo numero di concorrenti, credo il minimo storico degli ultimi tempi.
    Forse credo di aver capito il motivo, la gente si e’ stufata delle troppe regole ,delle prove nei piazzali e dei troppi vincoli . A Casciana Terme, malgrado il costo quasi doppio di iscrizione ci sono gia’ 38 iscritti e mancano diversi giorni alla chiusura delle iscrizioni.
    Io e’ da poco che faccio regolarita’ turistica, pero’ non poter portare mio figlio come navigatore alle gare CSI perche’ non ha 14 anni mi sembra esagerato anche se lo dice il regolamento .
    Per non parlare del dover fare per forza le verifiche il sabato quando la gara e’ la domenica.
    Un po’ di elasticita’ credo migliorerebbe la situazione .
    Che dite ho ragione oppure ci sono altre motivazioni a questa emorragia di partecipanti?

    "Mi piace"

  6. Ciao, provo ad inviare il primo messagio .
    Quasi sicuramente saro’ della partita pero’ arrivero’ solo all’ultimo momento causa impegni lavorativi a Siena fino alle 17.30.
    In 1,5 ore dovrei arrivare a La Serra ,quindi oltre il tempo delle verifiche, pero’ il Catarsi mi ha detto che posso farle fare da altri come altre volte.
    In ogni caso partiro’ tra gli ultimi almeno ho un margine di tempo di sicurezza.
    Purtroppo ho sempre questi problemi e molte volte arrivo al momento dello start senza la tranquillita’ e la calma necessarie.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...