A che punto siamo con le ESP ?

Ricevo dal DS del Crono Prato e pubblico e desidero approfittare di questo spazio per aprire un dibattito in merito:

Ho finito di leggermi tutti gli ultimi aggiornamenti in merito ai nuovi regolamenti ACI/csai che riguardano le gare di regolarità.
Bene come sospettavo e come ho avuto modo di esternare il mio pensiero a tavola agli amici intervenuti alle premiazioni di Tirrenia,la csai ha ragione,per primo il garante della concorrenza,vedi delibera sottoriportata,mi sembra di capire abbia sostenuto che la csai non lede nessun principio di libero mercato quindi e autorizzata a far si che esistano le ESP,in quanto ACI e csai hanno modificato i propri regolamenti come richiesto,infatti non sono stati neanche multati.

Posso non aver capito bene la sentenza ma la posto Qui sotto leggetela anche voi e aiutiamoci a capire.

http://www.agcm.it/concorrenza/concorrenza-delibere/open/41256297003874BD/22AEFC560B808B6BC12579B200355250.html

In più sembra che di conseguenza anche il Coni abbia dato ragione alla Csai,Leggi l’ultimo numero di Grace, la mia domanda e la seguente sopratutto in Toscana le gare Uisp,Csi,etc.verranno messe in regola ho saranno ancora contro questa nuova norma???

A questi punti mi sa che tutti quelli ai quali interessa la propria licenza e il proprio portafogli,visto le multe,dovremmo controllare che le gare siano organizzate da ESP o dalla stessa Csai. Anche perché penso che i vari nomignoli,sigle,e pseudonimi,siano solo delle carte veline in mezzo a un tornado.

La licenza sembra debba costare euro 135.

Se ho capito bene le danze dovrebbero iniziare dal mese di maggio 2012
Parliamone magari mi sono perso qualcosa sopratutto ci sarà qualcuno molto più informato di me.

Paolo Cadoni

25 pensieri su “A che punto siamo con le ESP ?

  1. In questo momento credo che l’unica soluzione per tutelare gli iscritti sia quella di organizzare le gare sotto l’egida di un EPS che abbia firmato la convenzione.
    Al primo appuntamento di gara del trofeo Torri e Motori 2012 c’erano 114 partenti, tra cui nomi importanti licenziati CSAI senza nessun patema, nè tantomeno pseudonimi.
    Se si vuole che le gare toscane crescano, il primo passo dovrà essere quello di fare in modo che tornino ad iscriversi i nomi di spicco del panorama regolaristico nazionale, e l’unico modo per farlo è tutelarli.
    Dover ricorrere ad espedienti come lo pseudonimo o a macchinosità sulla privacy come quelle proposte dalla UISP e descritte da Marco a proposito di classifiche e foto di certo non invogliano nessuno a partecipare.
    Tutto questo imho.

    "Mi piace"

  2. Non so se ci saranno tranelli, ti posso assicurare che qui a Siena non ci sara’ nessuno a controllare se un’auto e’ iscritta all’ASI oppure no e cosi’ il driver, idem per le classifiche ed i coefficenti.( magari quella ufficiale sara’ con i coefficenti, poi quella vera per il Granducato si fa normale) L’unica cosa inderogabile e’ l’esclusione delle moderne.

    "Mi piace"

  3. Mah, sarebbe sinceramente uno spiraglio si sole questa notizia dell’ASI che dici Marco… bisognerà appurare eventuali “tranelli” non ben specificati e i pro e contro della faccenda (niente moderne = problemi con le Delta, alcune si e alcune no), ma pensiamoci. Sulla linea dura uisp e relative “soluzioni”, sinceramente, ne avrei piene le scatole… non mi paiono (almeno così lette) soluzioni che tranquillizzino tutti, anzi. Comunque non dimentichiamoci dell’altra ASI (alleanza) che ha fatto la convenzione… potrebbe essere una valida alternativa.

    "Mi piace"

  4. Sembra che ora riesca a rinviare i messaggi , utilizzando una nuova email,. e quello che sto per dire, annulla le preoccupazioni espresse nel precedente messaggio.

    Stasera ,al club sia parlando col Presidente Zacchei dello SCAME, sia leggendo l’ultimo numero della Manovella di marzo a pag 14. e ‘ venuto fuori che l’ASI ( ufficiale) ha la facolta’ di promuovere la Regolarita’ Promozionale, evento della durata di 1 giorno, con minimo 20 rilevamenti e costo max di euro 150.00, per auto che abbiano almeno 20 anni e siano iscrivibili al club. Lo SCAME o qualsiasi club federato puo’ quindi organizzare tranquillamente le gare senza bisogno dell’ assenso CSAI ed il rischio di sanzioni.
    Risulta che la CSAI sia mai andata a rompere le uova nel paniere alla potente ASI ?.
    Magari per maggior tranquillita’ i licenziati potrebbero correre con i soliti pseudonimi ma non penso sia necessario. Verranno escluse le auto moderne ed io dico …chi se ne frega !!
    Ragazzi questa e’ una svolta clamorosa…almeno il Chianti Classic non sara’ sicuramente piu’ con il Chimera Team ma solo con lo SCAME ASI .

    "Mi piace"

  5. da stamani non riesco piu’ ad inviare messaggi nel blog,  c’e’ un messaggio di rifiuto. Ti chiedo quindi di pubblicare quello che il Marsili ha riferito ad Andrea Forzi. Purtroppo non sono notizie positive . Ecco il testo da inserire a nome mio:   Andrea Forzi ha parlato col Marsili ed in effetti non ha detto che va tutto bene. Riporto quello che mi ha scritto Andrea : “Praticamente il Marsili ha spiegato che il contenzioso si è svolto verso l’ACI che si è chiamata fuori per quanto riguarda l’operato della CSAI, ma cmq il garante ha detto delle cose che vanificano qualsiasi altro contenzioso. Per quanto riguarda la legalita’ delle gare, (di cui eventualmente nel nostro Chianti Classic risponderebbe il Chimera Team non lo SCAME) queste dal momento che hanno un’autorizzazione prefettizia sono legali e non assoggettabili alle sanzioni del CdS e neppure sospendibili da parte della CSAI. Le uniche sanzioni sono imputabili a tutti i possessori di licenza CSAI sia per quanto riguarda i concorrenti che gli organizzatori. La mossa politica di UISP è realizzare un prodotto competitivo rispetto a quello proposto da CSAI (mi riferisco a gare tipo Mugello Elba etc, nonche’ la realizzazione di rally ronde per entrare nella famosa categoria rally di cui UISP non ha mai voluto sentir parlare). Questo è atto a cercare di far strappare la tessera CSAi al maggior numero di persone. Per quanto inerente la convenzione non verra’ firmata dalla UISP, verranno resi liberi gli organizzatori di affiliarsi direttamente a CSAI o altri EPS che alla fine sembra la scelta più conveniente secondo loro, forse anche per non confermare la debacle della UISP. Venendo alle gare del Granducato Challange ad egida UISP, lui conferma che i concorrenti potranno usare lo pseudonimo e che tutti gli atti (iscritti classifiche e foto) saranno tutelati nel massimo rispetto della privacy, l’elenco iscritti sara’ divulgato il giorno stesso della manifestazione, le classifiche saranno esposte solo tramite registrazione ad un blog con rilascio di password e controllo movimenti da parte del gestore del blog. Inoltre se un concorrente che non vorra’ essere riconoscibile tramite foto potra’ richiedere che queste non vengano messe neppure nel blog.  Queste sono le misure prese da UISP per contrastare i possibili provvedimenti” Queste a grandi linee le proposte del Marsili, io personalmente aggiungo che a tali condizioni non mi sento tranquillo a riorganizzare la manifestazione di ottobre. Poi come la mettiamo per la pubblicazione delle classifiche del Campionato…le teniamo segrete? Bruno dice anche che non si offenderebbe se passassimo ad altra EPS (ASI) oppure alla stessa CSAI ( ma per entrambe le egide andrebbe costituita una societa’ sportiva indipentente dallo SCAME), pero’ in aggiunta bisogna vedere se e’ possibile inserire la gara a calendari 2012 gia’ pubblicati. Insomma e’ un gran casino.   Marco Donati

    "Mi piace"

  6. Calmi Calmi….
    forse la cosa può essere risolta solo a livello di organizzatore, pagando la licenza di “organizzatore EPS” e proponendo alla csai un rpg che lei approva.
    devo informarmi meglio.
    appena so qualcosa in più vi informo.
    oggi telefono in csai.

    "Mi piace"

  7. Hai proprio ragione Giuseppe, ci mancava anche la rottura della CSAI a far perdere tempo.
    Mi sa che i 135 li debba pagare chi organizza, pero’ se si fa la convenzione con l’ASI non credo che si spenda tutto quello che si spende con la UISP ( lo scorso anno noi piu’ di 900.00 euro), quindi si risparmierebbe un bel po’ nell’organizzazione della manifestazione anche nserendoci i 135 euro.
    Resta da capire qui in Toscana chi sia il referente dell’ASI, perlomeno a Siena non c’e’.

    Pero’ sorgerebbe un altro problema: la CSAI approva i calendari gare ad inizio anno, e’ possibile inserire nuove manifestazioni delle EPS a stagione iniziata ?

    "Mi piace"

  8. Brutta storia infatti, ma penso anche io che l’unica soluzione (più che altro per la nostra tranquillità eh, per me la csai potrebbe ficcarsele tutte su per il… le licenze). Ma dubito anche la UISP ceda a questo tipo di compromesso e firmi (segnale davvero notevole quello della Sanremo), pertanto ci troveremo con un bel dubbio per le gare del challenge, più che altro per quella di Marco e la Rondina (conoscendo abbastanza Bruno Marsili per Civitella se ne sbatterà nuovamente e continuerà così, magari in settimana prossima sondo anche io il terreno).

    Poi c’è il fatto che non riesco a capire molto, anche leggendo la documentazione… ma quei 135 euro che caspita sono? Una sorta di licenza per i club organizzatori, per gli EPS oppure per i concorrenti??? Penso per i concorrenti no, ma allora per loro come funzionerebbe con chi ha firmato sta convenzione? Boooh… che palle, rimane il fatto che ci si deve rompere i cojoni anche per questi “giochini” della domenica…

    "Mi piace"

  9. La mia opinione e’ questa : se la UISP non dovesse firmare la convenzione, per le manifestazioni del Granducato la abbandoniamo e passiamo all’ASI .Perlomeno per il Chianti Classic farei cosi’.

    "Mi piace"

  10. La mia opinione è che l’unica via d’uscita è firmare la convenzione quadro.
    Dopo Alleanza Sportiva, credo che anche l’ ACSI la firmerà (rumors).
    Fondamentale la decisione della UISP, struttura molto articolata e diffusa sul territorio nazionale, organizzatore anche di vere competizioni automobilistiche anche di slalom e velocità.
    Un’ idea della proporzione della questione: la Sanremo Corse, da decenni affiliata alla UISP, storica organizzatirice di eventi di regolarità sotto questa egida, quest’anno si è affiliata all’Alleanza Sportiva Italiana, proprio per essere tutelati dalla convenzione quadro.
    Traete voi le debite conclusioni.

    "Mi piace"

  11. No Ale tranquillo non e colpa del blog poco letto,il Forum di Regolarita e senza dubbio piu letto,ma le risposte da parte degli interessati latitano………

    "Mi piace"

  12. Devo ancora sentire il Marsili, lo faro’ insieme ad Andrea Forzi ( che ha piu’ esperienza ed argomenti di me) agli inizi della prox settimana, ora e’ impegnato a preparare le Valli Aretine.
    Rimaniamo in attesa di sapere cosa ne pensa anche Giancarlo Catarsi, visto che dalla sua ultima lettera sul sito de La Gherardesca ci sono stati degli sviluppi non positivi.
    Roberto, magari prova anche te con Bruno.

    "Mi piace"

  13. Questo topic a mio avviso è il più importante degli ultimi tempi, eppure tutto tace…..
    Disinteresse?
    Volontà di non voler far chiarezza?
    Qual’è la posizione/reazione degli EPS alla luce degli ultimi sviluppi?

    "Mi piace"

  14. allora la csai deve soltanto rivolgersi agli organizzatori e non hai partecipanti che non sono certo tenuti a sapere se e’stata fatta la sottoscrizione mi sembra assurdo che debba essere nostro onere conoscere la posizione degli organizzatori dato che molto spesso ci sono organi da noi preposti e pagati per fare i controllori non ci sto ad essere controllore e controllato e poi personalmente non ho avuto nessuna informativa da firmare da parte della csai su cio e non mi possono dire che non e’ necessaria:la legge parla chiaro lo statuto e le regolamentazioni di ogni organo devono essere sottoposte all’attenzione e firmate dai diretti interessati altrimenti qualunque cosa implicita non ha valore almeno che non sia dettata dalla legge italiana

    "Mi piace"

  15. Non fasciamoci la testa prima di essercela rotta.
    Sicuramente i licenziati CSAI non sarebbero più tutelati da NESSUNO che non abbia sottoscritto la convenzione, ma non mi è chiaro ancora se gli EPS non sottoscriventi possano o meno organizzare.
    Se possono, il danno sarebbe solo per i licenziati.

    "Mi piace"

  16. Quanto prima telefonero’ al Marsili, nel caso le cose stessero precipitando, la vedo dura per tutte le manifestazioni toscane CSI, UISP ed ACSI.
    Sembra anche difficile poter cambiare EPS in corso d’opera perche’ i calendari andrebbero presentati ed approvati dalla CSAI ad inizio anno non a stagione iniziata.

    "Mi piace"

  17. Conferma da parte ci commissario sportivo CSAI:
    “Tutte le manifestazioni organizzate da EPS che non abbiano sottoscritto la convenzione, risulterebbero illegali e, quindi, scatterebbero i provvedimenti del caso sia verso gli organizzatori che verso i partecipanti.”

    Mi sembra che la questione sia urgente, e importante.
    Qual’è la posizione di ACSI, CSI e UISP?

    "Mi piace"

  18. La cosa interessa molto anche me non tanto come concorrente ( che non fa le gare CSAI) , quanto come organizzatore del Chianti Classic ad egida UISP.
    Se le manifestazioni UISP dovessero diventare irregolari a tutti gli effetti, forse sarebbe il caso di lasciare la UISP e passare magari all’ASI.
    Sarebbe possibile la cosa ? Certo il Marsili ci rimarrebbe male, ma io devo tutelare i miei interessi e quelli dei partecipanti.
    Se persino la Crono ligure ha lasciato la UISP, vuol dire che la questione sta diventando sempre piu’ delicata.

    "Mi piace"

  19. Interessante e doveroso topic!
    Da una prima lettura, credo che tu abbia capito proprio bene.
    A fronte di questa sentenza, si rafforza la posizione di assoluto controllo da parte di ACI-CSAI (delegate dal CONI) su tutte le manifestazioni motoristiche, anche su quelle a basso contenuto agonistico.
    Tutto quello che non sarà a calendario CSAI, non sarà riconosciuto.
    Gli EPS potranno organizzare gare, ma “sotto” la cupola della CSAI, facendo una licenza di organizzatore EPS (circa 300 euro).
    Questo è quello che ho capito io.
    Sul forum di Regolarità si è aperto un topic simile, suggerisco di seguirlo per poter avere conferme o capire meglio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...