32 pensieri su “Trofeo Civitella

  1. Appena ritornato dal Tour de Force di Civitella e GT di Montecatini,faccio enormi complimenti ad Alessio Bacci che ha fatto una gara strepitosa finendo 3° a 7 di media usando il semplice Mega clock radiocontrollato supportato da un cronometro a scansione sonora.
    Lo SCAME dovrebbe aver vinto per la prima volta la classifica a squadre grazie anche all’ottimo posto di Di Biase 5° ed al 10 ° di Lupin.
    Di quello che ho combinato io (11°) meglio stendere il solito velo pietoso……i CO si confermano la mia negazione , il bello e’ che non ho ancora capito il vero motivo per cui sbaglio cosi’ tanto ultimamente. 340 penalita’ e 15.45 di media sono lontanissimi da quello che vorrei ottenere.
    Ho accusato un costante ritardo di 12/15 cent dalle sdoppiate quindi presumo dipenda dal solito riferimento sbagliato ma non ne sono sicuro al 100%.
    A parte i miei problemi ho trovato un percorso velocissimo e piu’ impegnativo di quello del 2010. Commissari presenti ovunque e nessun intoppo da auto private, solo l’amarezza di non aver ripagato con un risultato migliore il grande impegno nella guida.

    "Mi piace"

    • Complimenti a te Marchino che sei sempre più performante, evidentemente la tua ansia se finalizzata porta a risultati degni di questo nome. Io invece sempre peggio,ma credo di sapere perchè. Comunque cercate di rendere fruibile questa specialità a tanti appassionati anche se non a tutti altrimenti tra leggi regolamenti e c…zi vari tra poco sarete quattro gatti a partecipare e non ci sarà più bisogno di tanti fogli per scrivere le classifiche.

      "Mi piace"

    • Utima replica per tutti gli amici in ascolto: mi sembra una questione di lana caprina il discorso classic o special, decidiamo come si deve rafe e si farà così come dice il regolamento e l’organizzatore di turno. Non ho mai visto gente classic con le cipolle meccaniche tipo mille miglia e gp nuvolari alle gare che ho fatto finora,Bacci è bravo e preciso e non ci piove io molto meno e non ci piove lo stesso,continuo ad affermare che nessuno di noi si sente campione e che comunque vada deve essere gratificato in qualche modo senza togliere nulla a chi vince e anche se siamo tutti cresciutelli e la scuola materna l’abbiamo fatta tanti anni fa. Ps: non mi vedrete più scrivere su questo blog.

      "Mi piace"

    • Dispiace leggere che si decida di non scrivere piu’, oltre a non capire le motivazioni, cosi’ facendo si chiude un dialogo che se rimane nel lessico e nei modi civili è sempre un dialogo, un confronto e un crescere.
      Marco ti invito a dire sempre la tua e commentare e suggerire …

      "Mi piace"

    • Marco, non capisco perche’ ti sei impuntato sul discorso classic e special e perche’ vuoi uscire dal blog………; dai ora c’e’ la pausa estiva per ricaricare le batterie ( ed allenarsi a dovere), a settembre comincia la seconda parte della stagione con molte gare tra cui 2 che non devi assolutamente perdere, cioe’ il Chianti Classic e la Notturna.
      Anche a me sarebbe venuta voglia molte volte di smettere dopo i disastri in gara, pero’ il giorno dopo mi passa e penso all’appuntamento successivo.
      Spero sia lo stesso per te

      "Mi piace"

    • Lo sai perchè,il navigatore non mi segue troppo volentieri, le considerazioni che faccio sono solo foriere di polemiche,io sono l’ultimo arrivato ma non voglio “scalzare” nessuno,solo divertire, se non mi diverto più chiudo.

      "Mi piace"

  2. Confermo, Civitella è questo, bella tosta, dura sia dal punto di vista fisico che meccanico (se c’era Enio sai che straordinari aveva da fare ieri….!!!!!!!!!), grande adrenalina che scorre dal primo all’ultimo km! Questa per me è la vera regolarità! Alla fine una gran soddisfazione, se poi sei in cima alla classifica ancora di più…!!! Chiudo con 4,6 cent di media su una macchina (fantastica!) che uso una volta l’anno direi che sono contentissimo!!!

    Organizzazione come al solito ottima, roadbook a mio giudizio quasi perfetto, c’era sì qualche minima imperfezione ma senza ricognizione e senza trip non ho mai avuto un dubbio, quindi direi ottimo. Percorso leggermente diverso dagli altri anni ma pur sempre bellissimo e divertente, cena al Riccio sempre ottima ma con il solito rammarico di non poterla “provare” meglio… la parte di notte (che gradisco sempre poco) per fortuna più corta degli altri anni, commissari di percorso veramente ben istruiti e classifiche esposte in tempi velocissimi. Si, è vero, forse un premio/ricordo per tutti avrebbe fatto piacere a molti, non so, forse l’unico appunto che possiamo fare agli organizzatori, oltre alla (giusta o sbagliata che sia, sempre parlando della solita questione spinosa egida) mentalità di non “piegarsi” e venire incontro in qualche modo al pensiero dei concorrenti, ma aspettarsi che essi diano dimostrazione di fiducia: cosa però che non funziona con tutti e chi ci rimette alla fine è la manifestazione che meriterebbe assolutamente un parco partenza da almeno 60 macchine!!! Grazie cmq a Bruno, Federico & Co. per la grande organizzazione, fatica e tempo speso per il nostro divertimento, chi non c’era si è perso come sempre una gran bella gara!

    Adesso ho un conto aperto… siamo due a due caro Muttley… per il 2013 inizio già ad allenarmi, eheh!!!

    Per i soliti motivi decisi dagli organizzatori (privacy e co.) per cui non è stato pubblicato quasi nessun documento così sarà anche per le classifiche, disponibili presto su un portale protetto da password che verranno rilasciate ai soli concorrenti.

    "Mi piace"

  3. Civitella è una gara di regolarità vera, come tutte quelle del “granducato challenge”.
    Questa però risulta la più bella e più divertente per diversi motivi.
    Sicuramente difficile per la durezza dovuta dalla lunghezza e per la parte notturna, entusiasmante per il ritmo ed i tempi incalzanti.
    L’organizzazione sempre perfetta rende poi il tutto molto piacevole.
    E’ la gara simbolo del nostro Challenge!
    Rispondo a Monciatti riguardo all’affermazione “peccato non vi siano due classifiche”.
    La cosa è voluta e giustissima.
    La classifica assoluta di una gara deve essere UNA.
    Le gare devono avere tutte UN vincitore, e non due, non esiste in nessuno sport!
    Vince chi fa meno penalità. PUNTO.
    Ci sono poi le classifiche di categoria, e il cosiddetto “classic” deve essere una categoria, che sancisce un vincitore di categoria, e non un “secondo vincitore”.
    Ho fatto 17 anni di rally, e ho vinto la classe decine di volte.
    Non mi sono mai sognato di pensare di avere vinto il rally.

    "Mi piace"

    • Non esiste in nessuno sport neanche che a vincere le gare siano Topolino o Winnie Pooh.
      Giuste o sbagliate che siano le regole andrebbero rispettate. Secondo me.

      "Mi piace"

    • Pur condividendo il disappunto per questa situazione, dissento totalmente.

      Forse, probabilmente, non hai mai sentito parlare di “Tony” “Rudy” “Chester”, “Virgilio”, “Nerone”, “Ottinger”, “Giubar”, “Gatto Silvestro”……e mi fermo qui.
      Sono tutti pseudonimi, di Rallysti, e molti di loro vincevano eccome.
      Tra l’altro, in CSAI, lo pseudonimo oltre che lecito è anche regolamentato nel RNS.
      Il punto non è lo pseudonimo, porca paletta!

      "Mi piace"

    • Non ho detto che volevo due classifiche,ho sempre rispettato i responsi delle stesse,anche nelle mie esperienze di Rally (6 anni,non 17 come te) ed ho sempre onorato il vero e unico vincitore di ogni gara a cui ho pertecipato,e non partecipo mai per vincere,ci mancherebbe altro,con i mezzi e che ho a dispisizione e i tempi per dedicarmi a questa attività che non è l’unica cosa che devo fare quotidianamente,pertecipo solo per divertimento puro, ma voglio avere la libertà di dire “peccato che non c’era distinzione tra classic e special come avviene in altre manifestazioni” ,anche perchè, voi tutti mi insegnate, è un modo semplicissimo per chi organizza di gratificare anche i meno bravi e meno performanti senza nulla togliere al valore del solo unico vero vincitore,che non si sente meno vincitore quando insieme alla lista unica finale ce n’è una Special e una Classic. Come c’era Storiche e Moderne,come c’era Trofeo A 112,come c’era Trofeo Delta.Se gli organizzatori hanno deciso così è giusto che sia così,ci mancherebbe altro. Non ho mai vinto un Rally e neanche una gara di Regolarità Classica o Amatoriale,ma finchè ne avrò voglia continuerò a partecipare onorando che vince e rispettando chi arriva dopo anche in fondo alla classifica.

      "Mi piace"

    • Premesso che la non presenza delle due classifiche separate (la cosa peggiore) o della classifica di “categoria” riservata a quello che viene denominato “classic” è una libera scelta dell’organizzatore della singola gara, è ovvio che per l’attribuzione dei punti del Granducato Challenge questa classifica è stata comunque estrapolata.
      La mia è una opinione personale, ovviamente, pur essendo nel comitato organizzatore del GC, e pur essendo contrario, il “classic” c’è, a furor di popolo.
      Ma riflettete su questo:
      Bacci è arrivato 3° assoluto con la media del 7, con un orologio radiocontrollato ed un secondo cronometro con scansione fatto partire in sincronia.
      Pur non avendo strumenti specifici, si è ingegnato, si è arrangiato,e ha ottenuto lo stesso risultato di un concorrente dotato di strumenti programmabili.

      E questo la dice lunga sulla inutilità di mantenere una categoria “classic”.
      Se si dispone di una scansione sonora, la “prestazione” cronometrica è identica a quella ottenibile con uno strumento dedicato: la differenza è solo la comodità.
      Non solo.
      Dato che, come è dimostrato, è assolutamente possibile senza particolari cronometri specialistici, essere alla pari con gli altri dal punto di vista strumentale, diventa addirittura iniquo verso coloro che davvero gareggiano con il cipollone.
      E dato che controllare cosa si ha in macchina non è possibile, in assenza di controllo le furbate sono una forte tentazione.
      La libertà totale è quindi la miglior tutela di correttezza.
      Le gare possono essere solo in due modi: o con la strumentazione LIBERA, oppure con l’obbligo di usare solo cronometri manuali meccanici (già quelli elettronici oggi hanno quasi tutti le funzioni di scansione con beep), come le gare ASI.
      E’ l’unica cosa seria.
      Un altro effetto deleterio della presenza di questa categoria è che impoverisce il “vivaio” dei nuovi regolaristi, che si accontenta e non ha gli stimoli per migliorarsi, e rimane sul 20 di media che comunque gli consentono di poter dire:”ho vinto”.
      La conseguenza è che si atrofizzano e non migliorano (sebbene parecchi abbiano le capacità per farlo),e non hanno gli stimoli che ha avuto Bacci per migliorarsi comunque.
      Pensateci, e converrete che la mia teoria potrebbe essere condivisibile anche da coloro che affollano tutt’oggi questo orticello.

      "Mi piace"

    • sono d’accordo con roberto, io e merla lo scorso anno avevamo dato il via allo stesso metodo usato da Bacci e alla fine la differenza con uno strumento programmabile c’è ma è davvero poca cosa.
      invece usare il mitico cipollone, come ho fatto quasi sempre, è davvero impresa ardua e stare sotto il 20 di media è stata una fatica immane.
      vero però che poi fare la classifica “cipollone” non ti mette al riparo dai furbi e allora tanto vale non dare possibilità ai furbi (che ci sono sempre) di causare danni e polemiche.
      per quella pochissima esperienza che ho l’unico fattore che cambia le carte in tavola è quanto tempo libero si ha e quanto di quel tempo libero si è disposti a sacrificare per allenarsi.
      io che non ho fatto mai un km di allenamento in vita mia sfruttando solo le gare per allenarmi penso sia stato un mezzo miracolo scendere intorno al 10 dopo una decina di gare.

      "Mi piace"

  4. Ieri sera prima delle premiazioni il Marsili espresse chiaramente le sue idee su questo tema e credo che chi lo ha sentito non abbia nulla da eccepire su quanto disse chiaramente in difesa dello sport motoristico amatoriale.

    "Mi piace"

  5. Io invece ho ancora il dubbio su quale macchina usare: la A112 e’ ancora sul ponte mezza smontata, la Fulvia ha avuto dei problemi con i fari l’altra sera,…….uufffff ma perche’ devo essere per forza in apprensione e mai tranquillo prima di ( 2) gare ??

    "Mi piace"

    • Finalmente è finita e ce l’ho fatta. Mentre gli altri amici sono impegnati nella splendida cornice di Montecatini lancio il mio primo commento su Civitella: è stata bellissima,grande gara ottimamente organizzata con commissari sul percorso perfetti. Qualche pecca era nel radar ma facilmente rimediabile.La cornice è stata splendida,l’rgananizzaione all’altezza, i costi contenuti però è mancato secondo me,ho già espresso questo giudizio anche per altre gare,un piccolo ricordo per tutti da mettere in bacheca, da pochi euro, anche al posto delle scontate bottiglie di vino. La mia prestazione non è stata della migliori,come al solito per la mia ansia (sono amico del Donati,quindi….),e per l’utilizzo di un semplice orologio radiocontrollato senza bip e trip master,ma questa è una scelta mia, per la mancanza totale di allenamento e per la mancanza della distizione tra classic e special nella compilazione della classifica storiche.Il mio naviga è stato perfetto contenendo spesso anche il mio nervosismo e la mia 128 (che mi hanno detto era la macchina con potenza “ufficiale” minore di tutte) è andata benissimo,rispondendo alle sollecitazioni oltre ogni più rosea aspettativa,consentendomi quasi tutto il tempo di raggiungere il concorrente davanti a me con largo anticipo sull’arrivo ai CO.Quindi avevano ragione coloro che dicevano che si poteva andare anche con auto con pochi cavalli, nonostante le medie alte più del solito.Un saluto a tutti in attesa dei risultati di Montecatini

      "Mi piace"

  6. Civitella è stata fatta e conclusa senza problemi (e più volte) anche da Matteo Mellini con una FIAT 126!!!
    Quindi poche lagne……:-)

    "Mi piace"

    • Molto bene,tutto cio mi rincuora,alleggeriro’ al max il bagagliaio sempre pieno di cose inutili,faro’ il pieno per non dovermi fermare a rifornire,andro’ in bagno poco prima di partire,e spero che il naviga non abbia dubbi perchè i pochi hp del 1100 della mia 128 ci portino ai CO giusto in tempo per poter fare qualche marachella coi pressostati,che peraltro non sarebbe una novità…..

      "Mi piace"

  7. Sono allegre sì, belle incalzanti e non perdonano incertezze navigative, ma non sono da scapicollo eh. Ricordo che un paio di anni fa il buon Mellini l’ha fatta col 126…! Io cmq nel dubbio e per non tirar troppo il collo alla ottoemezzo “requisisco” sempre (è diventata un po’ una scaramanzia ormai!) il dodici del cognato!!! 🙂

    "Mi piace"

  8. Considera che i 40 e passa di media andranno fatti per le stradine di montagna del Pratomagno.
    Anche con l’ A112 non sara’ per nulla una passeggiata.
    Io comunque mi chiedo come gli organizzatori siano riusciti ad avere i permessi necessari dalle Amministrazioni locali, qui a Siena gia’ sfiorare i 40 km/h avrebbe voluto dire un no alle autorizzazioni

    "Mi piace"

  9. Ma voi delle 12 che c’avete sotto quie cofani da utilitaria per fare la spesa per affrontare serenamente le medie imposte a Civitella?

    "Mi piace"

  10. Scusate, ma perchè non chiamate l’organizzatore e chiedete a lui?
    Io la tessera UISP l’ho sempre trovata pronta alle verifiche, ma ho avvertito per tempo!
    Occhio che va fatta ALMENO 24 ore prima della gara, per cui…….

    "Mi piace"

    • Pubblicata la TDT con medie anche di 48 km, credo che a fine gara i meno di 60 HP della mia 128 avranno qualcosa da ridire specie se sbaglio strada o devo fermarmi per bisogni fisiologici……

      "Mi piace"

  11. Hai ragione Marco,specialmente a Siena i problemi sono diventati come un grosso macigno che ci sta per schiacciare tutti quanti………. quasi mi vergogno di essere senese dopo la figura di m….a reale che ha riguardato la citta’ durante la trasmissione Report su RAI 3.
    Ci mancherebbe solo che scappasse fuori un deferimento o una multa dopo la gara da parte della CSAI a peggiorare la situazione tragicomica di questo momento.

    "Mi piace"

    • Siena purtroppo è esattamente quello che hanno descritta nella trasmissione Report,nè più,nè meno,e tutti lo sappiamo e molti di noi lo dicevano in tempi non sospetti,ma tutto ciò riguarda poco questo blog. Invece voglio essere chiaro con tutti,se mi contestano qualcosa rizzo un casino che mi radiano da tutte le gare del mondo…….

      "Mi piace"

    • A proposito di Siena,qui mi stanno facendo difficoltà per le tessere uisp da portare a corredo sabato prossimo,in particolare al mio navigatore che non l’ha mai avuta chiedono il certificato medico per ottenerla,cosa che non chiesero a me ed agli altri che l’abbiamo fatta nell’ ottobre 2011. Qualcuno sa precisamente come stanno le cose e cosa è necessario per avere ‘ste benedette tessere uisp? E ancora: quelle fatte ad ottobre 2011 con su scrito 2011-2012 fino a
      quando sono valide?
      Grazie a chiunque sappia rispondermi, come al solito.

      "Mi piace"

    • Io comunque mi sono iscritto con nome cognome e tutto il resto in bella vista,staremo a vedere,mi sembra che i problemi del mondo e anche di tutti noi siano altri.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...