COPPA DELLA COLLINA STORICA

27-28 MAGGIO 2017: COPPA DELLA COLLINA STORICA
(REGOLARITA’ CLASSICA)

Valida per
coefficiente 1,4

ELENCO ISCRITTI 25/05/2017

– Sito ufficiale

– Pieghevole
– Scheda di iscrizione
– Dove pernottare
– Tabella distanze e tempi
– Road book

Coppa della Collina: 24-25 maggio

Coppa

RISULTATI

 

 

A ZANASI-BERTINI (AUTOBIANCHI A112 ELITE) LA 15^“COPPA DELLA COLLINA”

Una giornata tipicamente estiva, oltre cento partecipanti (record stagionale del Campionato Italiano della specialità), un percorso definito “seducente” e duelli sul filo dei centesimi di secondo sono stati i caratteri dell’evento che si è confermato di nuovo come riferimento a livello nazionale ispirato dalla grande tradizione automobilistica pistoiese.

  Sono i bolognesi Zanasi-Bertini,  con una Autobianchi A112 Elite del 1980, i vincitori della 15^ edizione della Rievocazione Storica della Coppa della Collina, il classico appuntamento che ogni anno porta Pistoia e la sua provincia sotto i riflettori del Campionato Italiano Regolarità Autostoriche.

Organizzato dal Veteran Car Club in collaborazione con l’Automobile Club Pistoia, l’evento è stato il quinto appuntamento “tricolore” della stagione ed ha visto al via, oggi, 107 vetture delle 112 iscritte, quelle che hanno decretato un deciso incremento rispetto allo scorso anno, ma soprattutto record stagionale per quanto riguarda il Campionato.

La competizione ha vissuto una giornata intensa, la sfida con le lancette del cronometro su un percorso di circa 200 chilometri, che ha toccato alcuni degli angoli più suggestivi della provincia, sconfinando anche in quella di Bologna. La vittoria, dopo ben 37 prove cronometrate e 4 controlli orari di passaggio, sempre nel rispetto del Codice della Strada, ha dunque visto vincitore Zanasi con 89 penalità totali ed il marchio Autobianchi issare la propria bandiera sul gradino più alto del podio, bissando il successo dello scorso anno con Fontana,  ed anche la piazza d’onore è andata ad una vettura dello stesso marchio, la A112 Elite dei bresciani Fortin-Pilè, con 109 penalità. Hanno completato il podio assoluto altri due bresciani, Spagnoli-Parisi, con la affascinante Fiat 508 Sport Ghia del 1932 (110 penalità).

La Coppa della Collina ha confermato essere anche storia e cultura, con al via molta produzione automobilistica che ha segnato una traccia indelebile nella mente e nel cuore della gente che per tutto il giorno ha potuto ammirare le vetture in gara:  dalla spettacolare rossa Fiat 508 Sport Ghia del terso classificato Spagnoli sino alla più recente A112 Abarth del 1983, passando per svariati modelli Alfa Romeo, BMW, Citroen, Fiat, Innocenti, Lancia, Mercedes, MG, Morris, Porsche, Triumph che hanno fatto bella sfoggia di sé grazie alla grande cura dei loro proprietari.

 

Ufficio Stampa

MGTCOMUNICAZIONE studio Alessandro Bugelli

bugelli@email.it

 

Coppa della Collina 2013

Vince fontana
image
Secondo Salviato  – Terzo mozzi

49 biondi media 7.77 entra al volo nei drive A nella prima gara di campionato italiano

53 Gualtieri
63 Cadoni
65 Bini

RISULTATI

Come già anticipato di persona, la collina 2013 è la perfetta macchina organizzativa che anno dopo anno ha limato qualsiasi problematica, presentando ai concorrenti una manifestazione perfetta sotto ogni punto di vista.

Il percorso, lo stesso da qualche anno, continua sempre a stupire non tanto per la navigazione ma per varietà delle strade percorse. Tempi sempre ben bilanciati e pochissima attesa nei passaggi.

Buona cosa aggiungere due prove nella zona industriale,  consiglierei di movimentare i controlli con qualche cartello giallo prima di una curva  abbandonando il pacchetto dei tubi a vista e chissà qualche variante anche nel percorso .. le strade non mancano.

Peccato per l’assenza del pubblico lungo le strade, una manifestazione del genere non deve passare inosservata.

Per il resto Brava l’organizzazione un grazie ad Angelo impareggiabile uomo jolly che lavora nell’ombra di una perfetta macchina organizzatrice…

Dimenticavo, non è la Collina se non ci sono le ciliegie alla premiazione ! grazie anche per questo abbiamo apprezzato lo sforzo. Grazie!!

” Ho partecipato a 11 edizioni della Coppa della Collina.
Da 4 o 5 anni il percorso è pressochè identico, e le prove quasi, ne sono solo state aggiunte un po’.
I rilevamenti sono praticamente tutti “a vista”.
Ci sarebbero tutti i presupposti per la noia.
E invece no.
Io alla Collina mi sono sempre divertito, l’ho sempre trovata diversa e da interpretare diversamente.
Apparentemente facile, appaga il piacere di guidare, ti tiene “sulla corda” con il suo ritmo giusto, con i suoi tempi calibrati.
La strada per arrivare a Badi, con il Lago di Suviana sotto di noi, farsi cullare dalle curve nel sottobosco di Prunetta, vedere pistoia dall’alto scendendo dal signorino, salire sulla “Collina”, teatro di epiche corse in salita………tutte emozioni irrinunciabili.
Complimenti ad Alfredo Lippi per aver saputo come sempre organizzare una gara di eccellenza, attento ai dettagli organizzativi, all’accoglienza, alla tecnica.
Commissari presenti in forze, preparatissimi, professionali, impeccabili.
Che dire? Null’altro che grazie per averci fatto divertire.
Complimenti all’Armando nazionale, 2,2 di media parla da solo, ma tanto “peso” degli ultimi risultati che stanno consacrando questo campione è da ascrivere anche a Giovanni Scarabelli, praticamente un impeccabile navigatore integrato con un “real time” umano, capace di tirare fuori il massimo che è già dentro al suo driver. Bravi, tutti e due.
Questa gara ha visto al debutto in una gara di CI due equipaggi toscani, venuti su dal campionato Granducato Challenge.
Sono particolarmente orgoglioso di questi equipaggi, Biondi-Grossi e Bacci-Bacci.
Sono anche contento perchè mi piace pensare che il nostro campionatino sta realmente fungendo da “allevamento” per giovani regolaristi del futuro, come era nell’auspicio di coloro che lo hanno concepito.
Stanno nascendo moltoi nuovi equipaggi, e alcuni di loro si stanno appassionando realmente, mi hanno chiesto consigli e li sento, regolaristicamente parlando, un po’ figli miei.
Biondi ha concluso a 7,7 di media entrando negli “A” al primo colpo, Bacci a 10,23 non centrando questo duplice obiettivo per poco.
BRAVI.
Sono più contento per il loro risultato che per il mio, un ignavo 19° posto.
Non rimprovero nulla al Ricci driver, autore di buoni passaggi, ma il Ricci sdoppiatore lascia un po’ a desiderare, e il “duo” non va oltre il 4,2 di media.
Un po’ di rammarico per il Trofeo Carlo Chiti, messo in palio per il miglior risultato sulle 4 prove sul passo della Collina, al quale tenevo molto e che ho fortemente tentato di ottenere.
Due anni fa il grande Ugo Menichetti lo vinse con la discriminate dell’anzianità della vettura, avevamo ottenuto lo stesso numero di penalità (mi pare di ricordare 12).
Al cartello giallo in cima alla Collina non nego di aver pensato a Ugo : ” e dai inox….intercedi dall’alto….guidami in queste 4 prove e facciamo un trofeo per uno….”
Il grande Ugo ce l’ha messa tutta, credo…..faccio due zeri e un due……purtroppo nella prova da 4 secondi butto l’occhio sullo strumento per essere sicuro di contare bene e perdo un pò la concentrazione, arrivando in ridardo: +7.
Vabbè….7 + 2 sono 9 penalità in 4 prove, forse ce la posso fare.
In vece no, Mozzi ha fatto 8 penalità….mai una gioia.
Grazie lo stesso Ugo, è sempre bello pensarti, e ogni volta che sono in gara mi capita di farlo….”

R.Ricci

image
image

Coppa della Collina 2012

image

26/27 Maggio 2012 Coppa della Collina storica

Vince Mozzi – Biacca
Secondo Fontana – Scarabelli
Terzo Vesco – Guerrini
20 Ricci – Gallotta
27 Gualtieri – Morosi

40 Biasci – Balloni

45 Nesti – Nesti

46 Bini – Russo
47 Cadoni – Moretti

11° Classifica scuderia per Ruote Classiche Crono Prato

TUTTE LE INFO

image