Gp di Verona ad Aghem: ma brilla Tonconogy

Gianmaria Aghem su Lancia Fulvia ha vinto il Gp di Verona, gara di due giorni e 60 prove (dovevano essere di più ma é stato annullato un intero blocco di prove nella seconda giornata di gara). Il piemontese della Loro Piana ha vinto un duello fino all’ultima prova con Gigi Fortin. Aghem ha chiuso a 2,55 di media contro i 2,78 di Fortin. Terzo gradino del podio per un sempre più consistente Maurizio Aiolfi che ha terminato a 3,33 una buonissima gara.
Se Aghem ha vinto la gara, le prove generali di Mille Miglia hanno visto impegnati diversi piloti in corsa per le posizioni di vertice: la figura migliore l’ha fatta senza dubbio Juan Tonconogy che con la sua Bugatti T40 ha terminato a 3,78, segno che l’argentino ha già grande feeling con la sua macchina che usa da qualche stagione: una realtà che lo consolida come uno dei favoriti, insieme a Mozzi, Cané e Moceri per l’imminente appuntamento bresciano. Meno bene, ma meglio rispetto all’ultima uscita di Canossa, Giordano Mozzi (navigato da Marc Gessler) che sull’Alfa Romeo 6C 1500 ha disputato solo la prima giornata di gara (46 prove) concludendo a 4,61 di media. E gli altri? Non benissimo l’altro argentino Daniel Erejemovich su Aston Martin Le Mans che ha segnato un 4,95 mentre Sergio Sisti ha concluso la gara a 5,03.
Nota rosa: dopo lo stupefacente 4,20 di Lucia Fanti nel trofeo Miramare dello scorso weekend Ornella Bestetti ha finito la sua gara ad una media di 7,05.

ideecheviaggiano.wordpress.com

 

Pubblicità